Cova: “Ok al mio ordine del giorno per la riforma dell’ippica italiana”

Via libera, alla Camera, nell’ambito della discussione sul Decreto in materia di proroga dei termini, il cosiddetto Milleproroghe, a un ordine del giorno dell’on. Paolo Cova (Collega Veterinario che parteciperà al prossimo Convegno SIVeLP) che impegna il Governo ad attuare la Riforma del settore dell’ippica italiana.

Della necessità di un intervento e dei problemi che attanagliano la categoria, Cova si era già occupato con un’interrogazione a risposta immediata, in Commissione Agricoltura.

Nell’atto votato Cova ricorda che “il Parlamento ha approvato la Delega di riforma del settore dell’ippica italiana nel Collegato all’Agricoltura ed è in attesa dei decreti attuativi che il Milleproroghe estende per altri 6 mesi. Ma il settore dell’ippica sta vivendo un periodo di grande difficoltà, iniziata a fine anni Novanta, e dovuta a una mancata riforma del gioco delle scommesse ippiche, dell’ammodernamento degli ippodromi, della competitività delle corse, degli allevamenti di puledri da trotto e galoppo. A questo si aggiunge il fatto che l’European Pattern Committee dello scorso gennaio ha penalizzato ulteriormente l’ippica italiana portando all’esclusione dal Gruppo 1 di tre Gran Premi italiani, a causa del ritardato pagamento dei premi entro il termine di 90 giorni da parte dei Ministeri interessati”.

Per questo l’ordine del giorno di Cova impegna il Governo “ad attuare la riforma del settore emanando i decreti attuativi per arrivare a riordinare le competenze ministeriali in materia di ippica e per prevedere le modalità di individuazione del soggetto incaricato della costituzione dell’organismo a cui demandare le funzioni di organizzatore entro il termine di sei mesi, oltre ad attivarsi perché i pagamenti dei premi delle corse ippiche siano effettuati tempestivamente”.


Scrivi un commento