ENPAV RIUNIONE COMITATO TECNICO EURELPRO A PARIGI

OGGETTO: RIUNIONE COMITATO TECNICO EURELPRO A PARIGI
Nei giorni scorsi, a Parigi, si è tenuto il Comitato tecnico di Eurelpro, l’AdEPP europea.
Attualmente i rappresentanti italiani del Comitato Tecnico sono espressione delle Casse dei veterinari e degli architetti/ingegneri.
All’Ordine del giorno: i rapporti con la neo-insediata Commissione Europea; la tassonomia delle pensioni in seno alla UE, l’accesso ai finanziamenti europei.
In particolare, sul secondo punto il Comitato Tecnico ha lavorato a un documento comune in cui ha evidenziato che la protezione sociale dei liberi professionisti è molto articolata nei vari paesi membri dell’UE.
Per quanto attiene alle pensioni, il lavoro futuro di armonizzazione sarà lungo e complesso, in quanto ci sono paesi ove a stento si garantisce il primo pilastro ed altri in cui si comincia a ragionare su un terzo pilastro.
Anche sulla tassazione (sistema ETT) ci sono differenze importanti; infatti, su 28 paesi UE, solo l’Italia, Danimarca e Svezia applicano la doppia tassazione.
Il presidente ENPAV Gianni Mancuso ha sollecitato l’implementazione dei dati a disposizione di EURELPRO: oltre a quelli disponibili grazie ad EUROSTAT, è necessario contribuire all’aggiornamento tramite le banche dati dei paesi membri di EURELPRO in cui sono presenti forti rappresentanze libero professionali.
Per quanto attiene al welfare (assistenza sanitaria, ammortizzatori sociali, servizi agli iscritti), le differenze sono ancora maggiori tra le varie realtà europee.
Il Presidente Mancuso ha espresso la sua soddisfazione per la possibilità di confronto tra i professionisti dei 6 paesi aderenti ad EURELPRO (Italia, Francia, Spagna, Portogallo, Germania ed Austria) e per l’imminente presidenza italiana nel biennio 2015/2016.

(COMUNICATO ENPAV)


Scrivi un commento