Detraibilità IVA carburanti


Dal 1° gennaio 2019, ai fini della detrazione dell’Iva relativa agli acquisti di carburante, è necessario:

  • effettuare il pagamento con mezzi tracciati e
  • entrare in possesso della fattura elettronica.

Il distributore – o la società petrolifera – è, infatti, obbligato a certificare l’acquisito con l’emissione della fattura elettronica verso gli acquirenti soggetti passivi d’imposta (soggetti con partita iva).

È stata quindi abolita la scheda carburante.

Anche se forse non tutti i distributori sono già attrezzati, presto dovrebbero essere dotati di lettore elettronico per la lettura del QR code.

A questo proposito invieremo il vostro QR code da mostrare al distributore.

Il codice QR contiene tutti i dati anagrafici relativi all’impresa, compreso il codice destinatario.

Ricordiamo che qualsiasi spesa riguardante gli autoveicoli impiegati nell’esercizio di impresa (manutenzioni, noleggio locazione ecc) deve essere pagata con mezzi tracciabili.

Secondo il provvedimento 4 aprile 2018, si considerano idonei a provare l’avvenuta effettuazione delle operazioni i seguenti mezzi di pagamento:

  1. gli assegni, bancari e postali, circolari e non, nonché i vaglia cambiari e postali;
  2. quelli elettronici previsti all’articolo 5, D.Lgs. 82/2005, secondo le linee guida emanate dall’Agenzia per l’Italia Digitale con determinazione 22 gennaio 2014, n. 8/2014, punto 5, tra cui, a titolo meramente esemplificativo:
  • addebito diretto;
  • bonifico bancario o postale;
  • bollettino postale;
  • carte di debito, di credito, prepagate ovvero di altri strumenti di pagamento elettronico disponibili, che consentano anche l’addebito in conto corrente.

Inoltre, sono considerati mezzi di pagamento validi per l’acquisto di carburante:

  • le carte che vengono rilasciate agli operatori Iva dalla compagnia petrolifera a seguito di specifici contratti di netting che consentono il pagamento in un momento diverso rispetto alla cessione;
  • le carte (ricaricabili o meno) e i buoni, che permettono alle imprese e ai professionisti di acquistare esclusivamente i carburanti e lubrificanti.

Studio Dott. Francesco Pinni – Commercialista  SIVeLP


2 thoughts on “Detraibilità IVA carburanti

Scrivi un commento